Piccoli Fans
Con i bambini che già mi conoscono per certi versi è tutto più facile, tutto si crea più semplicemente.
Già conoscendo i pupazzi e le loro tipologie caratteriali, il gruppo ne crea le geste e la sequenza di apparizione.
E' sempre tutto diverso, toni, accenti, un rimescolare elementi conosciuti in quantità diverse per ottenere sempre risultati nuovi.
Al profano può saltare all'occhio la ripetitività di alcuni accadimenti, ma è solo una visione distratta, distante, di chi da lontano non si accorge delle innumerevoli sfumature che solo un pubblico attento e concentrato può percepire. Guai se non fossero presenti elementi riconoscibili, perni di sicurezza ed ancora di salvezza per timori e paure; sono quelli che i bimbi cercano in tutto quello che li circonda per scandire il ritmo della loro vita. E' il successo delle fiabe o delle cassette video consunte da centinaia di cicliche rivisioni fonte di sicurezza e gratificante conferma di conoscenza.
E' chiaro che al già conosciuto, alla sicurezza devo comunque associare lo stupore ingrediente fondamentale del divertimento.
E' questa la sfida, inserire quà e là elementi spiazzanti, inaspettati e non conosciuti per accendere quell'espressione sul viso dei miei spettatori, quella smorfia di "paura buona" intrisa di curiosità che ravviva l'interesse e tiene spenta la noia.

Bambini difficili
Stare dietro al teatrino è un'esperienza interessante dal punto di vista dell'osservazione. Avere davanti tutto lo svolgimento delle dinamiche e le miriadi di reazioni può essere estremamente dispersivo per la concentrazione ma con un pò di allenamento si riesce a tenere tutto sotto controllo avendo persino un occhio di riguardo per le situazioni più interessanti.
Le svariate tipologie di spettatori si manifestano per lo più nei primi minuti dello spettacolo, i bambini difficili sono i primi a dare segno della loro presenza, mentre il gruppo comincia a cementarsi, loro hanno vita a sè, ora con un accesso d'ira, ora con manifestazioni fobiche altre volte con con una forma di immobilismo esasperato, sempre però ai margini, manifestando un interesse per ambiti totalmente diversi da quello che nutre il gruppo. Ogni caso è a se stante ed io vivo tutto in diretta, a volte riuscendo a farli rientrare nelle esigenze gruppali, altre volte, sul filo di un delicato equilibrio dinamico, ad esaudire parallelamente anche le loro esigenze, fonte questa di estrema gratificazione personale.

Bambini televisivi
I veri bambini difficili sono quelli televisivi.
I figli del tubo catodico, quelli che fissi davanti allo schermo rilassano la mandibola ed interrompono tutti i canali comunicativi; è questo il pubblico che può mettermi in seria difficoltà.
Questo catatonismo catodico è duro da vincere, l'interattività, meccanismo scatenante ed alimentatore indispensabile del mio spettacolo, è lontano dalle abitudini ludiche di questi bambini, pertanto prima di "convincerli" a partecipare attivamente passa del tempo, per me, interminabile.
Non mi compete affrontare le motivazioni ma di certo subisco le conseguenze di chi per necessità o per comodità permette ai propri figli di subire varie ore quotidiane di TV.
Questo tipo di "alimentazione" per i bambini può portare, a mio avviso, ad una sorta di impotenza creativa che impedisce al bambino di interferire nell'indirizzo degli accadimenti della propria vita. In un mondo adulto dove le decisioni immancabilmente sono negate ai bambini, non creare uno spazio di tempo nella giornata dove il bambino è artefice di quello che gli accade, significa impedirgli di maturare il suo potere decisionale e di limitarne la capacità di creare e di prevedere eventi scatenanti dal suo comportamento,
Tutto questo comporta, quando il gruppo di spettatori è in maggioranza formato da questa tipologia, uno spettacolo faticosissimo e pieno di pause necessarie per attendere reazioni che a mano a mano si presentano più velocemente.
Fortunatamente il mio divertimento è proprio svegliare il bambino che è nel bambino per poterci giocare insieme.

Il teatrino di zio Babba - ziobabba@katamail.com - Tel: 081.2560295 - Cell: 335.6210262